I r r e


Che emozione, tornare all'IRRE, dopo tanti anni.
Il grande complesso scolastico di Firenze (ITP Comunale) ove si svolgeva il convegno "Multiverso" (giornata conclusiva) del 26.05.2003 si chiamava "da brivido": Leonardo da Vinci. La grande scalinata portava solennemente all'Aula magna, dove insegnanti di tutta la Toscana assistevano agli splendidi lavori in Rete degli studenti delle Scuole di ordine e grado.Non ero in tempo, purtroppo, per ascoltare l'Introduzione del Direttore Giuseppe Italiano.

Affascinante il tema del tempo: www.irre.toscana.it , poi, nella casella di "accesso rapido" scegliere "Ipertempo: tempo della natura,tempo dell'uomo"

Di seguito presenteremo una selezione dei lavori.

In pausa pranzo sono andato in Piazza Dalmazia, ero rimasto, al solito, senza soldi né ricarica Tel.Vicino c'è l'Istituto, la Sede IRRE. Attrazione ipnotica. Era tutto aperto, mi sono ritrovato tra le colleghe d'un tempo, bellissimi disegni sugli schermi, la "mia"J preside Maruska Viaggi (Servizio Documentazione), delicatamente discreta ed umana, sempre più bella (evidentemente non invecchia maiJ Mi sono seduto sulla Poltrona della Presidenza perché….ne parlerò dopo. Emozioni, ricordi, profumi, bisbiglìo leggero della Storia….

Ho ricevuto, dopo avere scritto due articoli per la Rivista "Informatica e Scuola anno XI, Febbraio 2003 n °1, usciti a Maggio in tutte le scuole Italiane, pubblicati anche sulla Rivista "Scuola & news", Università di Roma www.forminform.it e nel Sito Europeo www.europamagna.org ,una stupenda mail del Dott . Alberto Moreni (IRRE Toscana), che, dopo avere letto una bozza del primo articolo, ha scritto:

"Ma ke bell'articolo ha scritto lei!J "

Si tratta della k dei miei bimbi (Al Prof.ke rimarra sempre nei nostri cuori"(in particolare Matilde, stupenda sciatrice agonista di 2^ A, S.M.Taliercio); prodigio avere azzeccato in fondo all'articolo,la K ed il suo Universo, gliene sarò sempre grato . Nella gocciolina brillante sospesa sempre vicino al mio orecchio, ho sentito ridenti le voci dei miei ragazzi.Dopo ho cercato di ringraziarlo, nel mio modo un po' strano. Dopo abbiamo parlato di come tradurre bene, con l'aiuto di una mia alunna cinese, Claudia,i caratteri della bellissima pagina:

"In costruzione", in quattro lingue, inglese, francese, portoghese, Cinese: bellissimo,questa è cosetta veramente da IRRE, da ricerca nei minimi particolari.


Ho chiesto poi a Claudia di farmi tradurre in cinese questa frase :

"Solo chi sa morire di mille ferite , osa disarcionare l'Imperatore".
L' ho letta sulla parete bianca dello Studio dell'ottimo Preside Pier Paolo Portoghesi di Architettura di Milano, durante la prima occupazione nel '68. Ero un piccolo sparuto con l'eskimo.Non l'ho mai scordata, e me l'hanno fatta sperimentare, dopo.

Poi Alberto ha cominciato a mandarmi i links:


La multimedialità come risorsa epistemologica:
verso una costruzione della conoscenza
non lineare e multiprospettica
Oggi non è pensabile una totalità che non sia potenziale, congetturale, plurima […] chi è ciascuno di noi se non una combinatoria d’esperienze, di informazioni, di letture, d’immaginazioni? […] Ogni vita è un’enciclopedia, una biblioteca, un inventario d’oggetti, un campionario di stili, dove tutto può essere continuamente rimescolato e riordinato in tutti i modi possibili.
Italo Calvino Lezioni Americane
Semplicemente bellissimo

Mi dispiace, tra tanta bellezza, dovere introdurre una nota fastidiosa. Ma è ,purtroppo, un dovere morale e civile, riguarda i diritti umani degli Insegnanti.

Per riuscire a fuggire dalla Scuola in cui mi trovavo lo scorso anno, ha fatto domanda in tutte le Scuole della Provincia, anche su doppia Cattedra, non sapendo dove sarei andato a finire. Nonostante tutto il lavoro fatto, il Preside mi chiamava , mediamente una volta al mese,e mi rimproverava di essere,diciamo così, strano, coi ragazzi. Sempre al chiuso, nella Presidenza,senza testimone alcuno,ovvero testimoni sempre anonimi. "Lei usa un linguaggio scorretto, Lei parla di sesso in Classe,Lei ha un rapporto particolare con quell'alunna".
Aveva da 5 giorni in tasca una lettera anonima contro di me, non mi ha avvisato, l'ha portata direttamente al Consiglio di Classe, (cioè a tutta la Scuola),riferendola oralmente e falsandone il contenuto."Reato di diffamazione"disse l'avvocato Lalli, - ricordo le parole -. Non bastò l'assemblea dei genitori da me richiesta, che diede all'unanimità ragione a me, non bastò il questionario su 150 miei alunni. L'anno dopo ricominciò. "Professore, lei ha un rapporto strano con le bambine, non metta loro la mano sulla spalla, stia a 50 centimetri". Solo sintesi.
L'avvocato Lalli ( www.studiolalli.it ) mi disse: "Si lasci condurre da me, questa volta, la conosco, Lei è stato Segretario generale della CGIL Scuola Toscana. Basta una lettera". E bastò, ritrattò tutto ("erano solo raccomandazioni…"), e cominciò ad attaccarmi sul piano della disciplina. Esperienza unica in tutta la mia vita di insegnante, 27 anni di carriera, 12 Scuole, 12 Presidi, fra cui Emilia Fazzi, poi Sindaco di Carrara.
Ho combattuto, non mi sono arreso, ho solo pregato per favore, una volta sola, di non farmi impazzire, ancora una volta.
Ho sempre continuato a fare l' Insegnante come dettava la mia libertà.
Non mi sono sottomesso, ma ho vissuto nel terrore per un anno e mezzo.

E' bene, per la Scuola, non per me, che persone di questo tipo cambino, ma completamente, atteggiamento, oppure si dimettano.
Chiunque in Italia usi,senza alcuna prova, questi "strumenti" per comandare e sottomettere gli esseri umani, cioè gli insegnanti, che in fondo , sono pure esseri umani,credo,J deve essere cacciato, se non smette, dalla Scuola.
Io ho dovuto chiudere, per un anno, ogni attività telematica nella scuola.
Ma con i miei amici e mia figlia Lilit, l'ho fatta "fuori": www.iswe.com/circomagnete .

Quest'anno, con un Dirigente, il Direttore Domenico Balderi,a capo di un Comprensivo5 che lavora con IRRE : www.irre.toscana.it/studiocaso/indice.htm ,. l'ho fatta a Scuola, con ADSL Smart Telecom 256 e Router *5: www.cursi.net/icc5

Basta:** La lettera"Tentativo di conciliazione" che non ho consegnato, per fortuna, su consiglio di un amico Preside, e quella dello Studio dell'Avvocato Lalli di diffida di denuncia per diffamazione sono visibili al sito:
http:/space.tin.it/clubnet/gyvcos

Nota tecnica: bisognerebbe, per proseguire nella ricerca, che gli IRRE si consorziassero con INDIRE per avere la HDSL 8 Mb/sec, perché è simmetrica, e questo è lo sviluppo futuro.
Secondo me dovrebbero esistere anche le HDSL 2 e 4 Mgb/sec, che costano meno di sicuro(sempre Telecom).
Una 4 Mb/sec Simmetrica (Telecom), per IRRE sarebbe già stupenda.
Comunque, ci sono sempre le 640 ADSL, le ADSL Lan, le nuove 1200, le 1280, con varie di soluzioni,anche in versione "senza fili" basta fare click su www.tin.it (anche www.191.biz e www.aliceadsl.it ) o,per il satellitare fino a 2 Mb/sec: http://www.open-sky.it , per fibra ottica 10 Mb/sec simmetrica www.fastweb.it (solo 7 grandi città)
L'IRRE Lombardia, con Fastweb simmetrico a 10 Mb/sec (www.fastweb.it ) può scaricare , se è interessato , "Il signore degli Anelli" DiVX in c.ca 15 min.( www.quellicheilpc.it );- peer-to-peer; esempio WinMX; I-Mesh; Direct Connect; Morpheus - Adoro Tolkien, gli hobbits, gli Elfi, la guerra totale contro il Male.Potrei scrivere un saggio solo sull'introduzione di Elémire Zolla all'edizione Italiana (delle 36 al mondo ) sul rapporto tra storia Medievale, Saga e favola.

Solo un'altra considerazione ( o meglio esempio):Compaq Presario Portatile 2550 EA, Pentium 4, 2,8 Ghertz, 512 RAM espandibili a 1 Mega, 60 Gb Hd è un bel modello.
Vedere, ovvero studiare tutte le specifiche soprattutto le "porte "da USB2 "in su" (anche "senza fili", e IEEE 1234 )che supportano Alta e altissima velocità su Modem ADSL Alcatel o Ericsson etc ( www.compaq.it ) ,aggiungere una fotocamera digitale www.aaacamera.com, elaborazione in Ambiente Win XP Prof. E si fa postproduzione di filmati a scuola per poi inviarli in tutte le Scuole del Mondo.
Insegnare alle Scuole a viaggiare in giro per il mondo!. Forza, amici carissimi Ricercatori, c'è molto da lavorare ed a alta velocità.
Però bisogna muoversi, in questo momento, correre, per la Scuola, per gli studenti, bisogna imparare "un'altra Internet" non continuare ripetitivamente a lavorare su quella di prima.

Torniamo: ho guardato i siti dei bimbi delle Elementari di Grosseto, un favola, non ho altri termini; musiche bellissime, immagini stupende, tecnologia esemplificata, mi trovo pure bimbi matti come me che mettono la sciarpa sia col cappotto che con il costume.
.
Gloria Bernardi, stavolta, ha detto che cercherà di spiegarmi , non ho ancora capito,dopo anni.
Nel Maggio 1992,circa, avevo voluto un inchiesta sull'informatica nelle Scuole Toscane. Si scoprì che le "Sperimentazioni" autorizzate dal Ministero erano 6 (sei) e le scuole informatizzate 164, un terzo di quelle Toscane.
Il volume "Informatica e scuola" (In Toscana) è uscito senza la mia firma. Boh!


Scriveva,in quel volume, sugli Ipertesti, anche il mio amico Antonio Calvani (Laboratorio Tecnologie Educative, Fac Scienze dell'Educazione, Università di Firenze) che, successivamente, mandò la sua Allieva Elena Bonafede per la Tesi di Laurea anche sui miei Materiali.Mi ha messo sotto sopra il computer, ha trovato persino un grave errore sulla Rivista Golem /CNR anno IV, n° 3, marzo 1992, dove il mio articolo era illeggibile - grave, direi, per una Redazione dell'Istituto di Psicologia del CNR di Roma - fra l'altro, povero me, sembrava che l'avesse scritto un "matto"J - e invece nei miei files era, ed è perfetto - boh -, vi leggo un brano di "Progetto di viaggio per le Scuole d'Europa", proprio il "Progetto Europa"che non sono riuscito mai a terminare, forse sono diventato matto, che strano, a CNR Psicologia avrebbero dovuto curarmi(eppoi, vivaddio, forse il miglior Progetto Europeo allora, Promosso da Mr.Robert Valette,Patrocinato dal Ministero Francese Dagic 11dove mi hanno chiamato di persona( a Parigi);unico "difetto": era "binome", non solo Videotel/Minitel,anche Modem ASCII, quindi arrivava ovunque in Europa, e perfino negli usa -Boston, per la precisione -.Peccato che, come mi ha detto qualcuno, mi sia "affezionato troppo"a quel progetto, ed alle "visite" che mi facevano quald'ero in linea di notteJEcco il brano:

l'amour

Il est grand?
Oui! Plus grand que la terre.
Qu'elle couleur est-il?
Il est jaune, bleu ,vert...de toute les couleurs sauf noir!
Qu'est ce qu'il aime?
Il aime les fleurs, les coeur et les gens.
Qui est il?
Mais voyons c'est....l'amour lui qui est le plus gentil
de la terre.

Lolo

College de Beaulieu sur lmere


Comunque Elena, matricola 1557109 mi ha lasciato questo stupendo regalo ed una bellissima dedica sulla sua Tesi..
Io vi invito a riflettere su questo: digitate "Mario Boninsegni Videotel Guida pratica" su Google, poi scegliete il link "GUITELEU" e leggete.

Ed ecco un sonetto di Shakespeare che adoro:

…………………………
Great Princes 'favourites their fair leaves spread,
But as the Marigold at the sun's eye,
And in themselves their pride lies buried,
for at a frown their glory die.

Sonetti ( NUE,56, 1970) n°25

Chi vuol fare ricerca se lo traduce, farlo ora sarebbe maleducatoJ
Diciamo che le gialle calendule si schiudono al sole caldo ogni mese, in Italia se ne trovano grandi prati, soprattutto in clima elettoraleJ).

Fortunatamente:

… et le soleil ancore se leve,
le soleil livre et vagabonde…

Chi è interessato si cerca testo completo e autore.

www.edscuola.com . Poi la Sig.Biondi, moglie di Giovanni, gentilissima come sempre,poi Giovanni a Milano. Ora so che Stefania Fustagni la mia Presidente all'IRRSAE, è Presidente dell'INDIRE. Lo so ora,h.17.30 del 27.05.03. E sono felice!!!!!!!!!!Fantastico, che accoppiata!Si apre un favoloso orizzonte! Quello che segue l'avevo scritto prima, e lo lascio esattamente com'era. Potete anche non crederci.

Stefania Fuscagni,Docente Universitaria, Presidente IRRSAE durante il mio mandato,mia Presidente, poi Deputato, è una Democratica vera , l' ho conosciuta, non la devo spiegare.
Una volta entrò a Documentazione e disse"Mario, tu vieni troppe volte in macchina, si spendono troppi soldi" "E come faccio a seguire il Servizio, una volta al mese ?" Se ne è andata. Mi lasciava lavorare,ricerca libera, litigava lei con la Segretaria. Eppure ero costantemente un indisciplinato.
Un'altra volta stavo male, psichiatrizzato , quantità gigantesca di pillole e gocce, Stavamo parlando in Presidenza, c'erano anche Gloria e Maruska, credo. Mi misi piangere. Stavo lì, in piedi, lacrime irrefrenabili. Silenzio. Poi lei mi abbracciò, mi disse, vieni, mi fece sedere sulla Poltrona nera grande e mi disse"Non piangere, stai lì, sei tu il Presidente" e sorrideva.
Si chiama Stefania Fuscagni, io qui la ricordo.
Una volta Lei e Giovanni Biondi avevano costruito un progetto per i Videotel in tutti gli IRRSAE. Ho mandato un articolo dall'Universitè d'ètè a Brest (Francia del Nord) al CNR di Roma (Golem) dove scrivevo allora, per la pubblicazione.. Dopo un mese il Progetto era accantonato. Si arrabbiarono con me, ovvio, però, fino a un certo punto. Poi Giovanni entrò in una stanza e mi disse :" Tu parli poco ma scrivi bene". Finito. Queste sono quelle che io chiamo Persone, persone vere, che sanno combattere, correttamente, per le proprie idee. Ed essendo veramente Grandi, non sono minimamente meschini.
Giovanni Biondi, quando era "mio comandato" a Documentazione ed io lo lasciavo andare, ovviamente, a lavorare alla BDP, una volta rassicuratosi che, pur essendo Ex Segretario della CGIL Scuola Toscana, non ero un burocrate,un giorno entrò a Documentazione, stavo alla sua destra a braccia conserte.

Come si dice in linguaggio giovanile (si parva licetJ )non mi kagò nemmeno. Si diresse tranquillo verso il bianco muro opposto, si chinò e puntò il naso verso la presa telefonica del Modem:"Se ce la faccio lo porto, questo qui, a 3600". Non capivo assolutamente niente,ridevo solo divertito tra i baffi, ma intuivo che c'era dietro tanta roba.Per la Scuola Italiana.E non facile. Dopo , molto dopo,ho capito.Il naso in giù, la mente nel futuro, accarezzando col pensiero i ragazzi di tutte le Scuole d'Italia.
Queste sono quelle che io chiamo Persone con la P maiuscola. E io non sono un "favorito dei Principi", mai stato….anziJ)))

Come il mio amico Guglielmo Trentin dell'ITD CNR di Genova,che mi ha inviato materiali scelti interessanti, come sempre, sull'evoluzione delle metodologie didattiche nelle nuove tecnologie nella scuola Italiana, per il mio prossimo articolo su "Storia della Telematica Scolastica Italiana".
Sono tratti dal suo volume "Insegnare e apprendere in Rete" ,Zanichelli, Bologna, 1998 ( Del resto citato da Gloria Bernardi nella bibliografia del suo intervento sul Quaderno IRRE di cui ora vorrei parlare).

Il Quaderno IRRE "Multimedialità e Internet per un apprendimento collaborativo" curato dalla gentile e bravissima Anna Fochi (fra poco lettrice all'Università di Glasgow), quaderno stampato nel 2000 quindi elaborato nei 2/3 anni precedenti, è veramente interessante ed assai bello. Dimostra la grande evoluzione dell'IRRE dai tempi in cui io scrivevo su "Scuolatel".Vorrei scrivere molto, su questo, non ho spazio.

Terminiamo con i bimbi ed i loro lavori in Rete. Tempo, tempo che fugge e va e ritorna nei ricordi. Stupendi sviluppi di questo tema. Il Seminario era totalmente telematico, non posso darvi che il links: potrete vederveli sul Cd di C&I , o in Rete.

C'era una volta il tempo...
Scuola dell'infanzia di Vicarello - Circolo Didattico di Collesalvetti (LI) **

Laboratorio delle idee: il tempo
VII Circolo Didattico - Prato

Dal focolare alle ciminiere
Scuola Media Statale "G.Borsi-G.Pazzini" - Livorno **

Coming of Age (classe IV A)
La lingua inglese nel tempo (classe III D)
Liceo Scientifico "Enriques" - Livorno **


Tempo in poesia
Scuola Elementare Statale "Teseo Tesei" - Istituto Comprensivo di Marina di Campo (LI) classi quarte

Interculturalità e fenomeni migratori nel ‘900 all’isola d’Elba
Scuola Elementare Statale "Teseo Tesei" - Istituto Comprensivo di Marina di Campo (LI) classi quarte classi quinte

Giochi e giocattoli nel tempo
Le storie del tempo, il tempo delle storie
Istituto Comprensivo "Leonardo da Vinci" - Abbadia San Salvatore (SI)

Il tempo del soldato
Istituto Comprensivo Statale Cecco Angiolieri - Siena

Noi e... il tempo
Scuola Elementare Statale "Achille Sclavo" - I Circolo Didattico - Siena



Il tempo nella giornata della famiglia
I.T.S. "A. G. Roncalli" - Poggibonsi (SI)

Questo articolo esce sulla Rivista Computer e Internet (10.000 copie in parte nelle ScuoleSuperiori, sul suo CD (pdf),richiamato su www.compeint.com; verrà pubblicato, in tempi conseguenti,dalla Riivista Telematica "Scuola&news" dell'Università di Roma www.forminform.it , uscirà sul Sito Europeo www.europamagna.org (sites et documents) e verrà inviato a Natalie Konstantinovna Sulijna,a Perm , Russia, per un seminario eventuale alla sua Università, come è già stato)

Nel mio sito,qui di seguito, mancano le citazioni di almeno 4/6 articoli e il volume scritto quest'anno con Giovanni Biondi e Robert Valette, capitolo sulle Reti telematiche scolastiche Italiane e Europee,nel Volume "Iniziative antidoping 2002" finanziato dalla UE e col Patrocinio del Ministero Istruzione. Appena ho tempo lo aggiorno.


Prof. Arch. Mario Boninsegni

Copresidente Associazione Europea Eurosesame
Docente presso la S.M.Taliercio - Comprensivo 5 - Marina di Carrara

Tel./fax +39 585 791837
Cell.+39 338 3646855

Mario.boninsegni1@tin.it
www.iswe.com/marietto