Inforscuola Toscana 2004
Occhiello:

Dal primo "Inforscuola" nazionale nel 1991 sono passati 13 anni, le tecnologie si sono enormemente evolute, le edizioni sono passate da nazionali a regionali, ed eccoci ad "Inforscuola Toscana 2004", al Palazzo Congressi di Pisa, dal 4 al 6 maggio

Ho partecipato, insieme a Stefano Gorla, al primo Inforscuola nazionale e Palazzo delle Stelline di Milano nel 1991; erano presenti anche François Debyser, Direttore del CIEP di Sevres, e Luis Bejoni, Attacchè linguistique dellAmbasciata Francese a Roma.
Presentavano, loro, il Videotel/Minitel e , noi, la Rete Francese via Modem Sesame Passport, sempre del CIEP (Coordinatore Mr.Robert Valette).

Sono passati 13 anni, le tecnologie si sono enormemente evolute,le edizioni sono passate da Nazionali a Regionali, seguendo larticolazione organizzativa del MIUR, ed eccoci ad Inforscuola Toscana 2004, al Palazzo Congressi di Pisa, dal 4 al 6 maggio .
Lultima edizione si è svolta a fine 2003 nelle Marche, a Pesaro, la prossima si svolger? Ravenna, per lEmilia Romagna, a novembre di quest anno.

Parte di questo scritto attinge informazioni da una mail di m.buchreitz a una lista di yahoogroups.com


Dopo i consueti interventi augurali da parte delle autorit?il direttore
generale del MIUR Musumeci ha parlato delle tappe dell'ICT e le prospettive
del futuro, tra l'altro nominando i "musei virtuali", il progetto della
scuola n ospedale, il pc ad ogni banco di scuola, ecc. ecc.

Altri interventi interessanti sono stati per esempio Tarantino (ispettore
USR Lombardia) "Il curricolo continuo di educazione multimediale nella
scuola dell'obbligo (Dl.vo 59/04): L'accompagnamento regionale in Lombardia"

Il Dott. Marco Orsini (dir. di DivertInglese, RAI) ha accennato al
DivertInglese, soffermandosi pi a lungo invece su il nascente DivertiPC
www.divertipc.rai.it

Inoltre, ha affermato che da questo mese si inizierà ad installare le famose parabole nelle scuole per poter seguire le
trasmissioni in oggetto!!!

Interessantissimi sono stati gli interventi di Trentin (CNR) e Mario Rotta
(Universit?i Firenze). Il primo ha parlato di "La formazione a distanza
(e-learning ed altro) diversi approcci formativi, quindi diverse modalit?i
tutorship. I futuri percorsi formatici dell'e-tutor".

Il secondo interventoe stato molto interessante e stimolante. Rotta ha
raccontato del certificato di qualià degli e-tutor, del saper comunicare in
rete, il che sicuramente non è facile da fare e da certificare.
Interessantissimo e molto stimolante.

L'ideatore del ForTic, dott. Fierli (esperto ICT): come l'idea ForTic è nata
e cresciuta.

La dott.ssa Bartolotti (IPRASE di Trento)è ntervenuta su "La filosofia del
software" e vi raccomando di vedere gli slides a
http://www.vivoscuola.it/us/luisa.bortolotti/ .

http://www.vivoscuola.it/us/luisa.bortolotti/metodo_scientifico.pdf

Ha inoltre fatto riferimento a
http://www.iprase.tn.it/ e
http://www.vivoscuola.it/

Dott. Vigiani (ispettore USR Toscana) ha moderato "Il ForTic: bilancio e
confronto fra Toscana e altre regioni" Un confronto non del tutto
verificabile a sentire dott. Bolletta (INVALSI) perché ancano ancora dei
dati. Cmq sul sito è possibile vedere i primi risultati
http://monfortic.invalsi.it/


Ci dice Augusto Hugony, organizzatore sin dal primo momento di questa manifestazione, che la filosofia della manifestazione è veicolare la Cultura informatica agli operatori della Scuola e dare lopportunit? docenti, studenti e Scuole di presentare e confrontare esperienze differenti,informatiche e telematiche, con la partecipazione delle Aziende, che presentano i loro pi moderni contributi della Scuola, e degli Enti locali.
A questa manifestazione, che si articola in conferenze e dibattiti nelle varie aule, in stand espositivi ed in Workshop,in corsi di formazione, hanno partecipato quasi 35 Scuole, 15 aziende, 5 Enti locali.

Fra i principali organizzatori della Manifestazione a Pisa, l’IPSACT Matteotti, www.matteotti.pisa.it
, una Scuola ENIS il cui Preside , Romano Gori,,è nche Presidente del Consorzio Toscano Istituti Alberghieri, Turistici , Grafici.
Il Preside Gori, grande amico, ci spiega il ruolo dellIstituto nella promozione della Manifestazione ed innanzitutto nel collegamento con le Scuole Toscane, e la funzione della Scuola come Polo Multilab, che dal 96 al 2000 ha promosso la diffusione della multimedialit?u un Progetto che coinvolgeva 420 scuole. Inoltre, nella Scuola si svolge una Sperimentazione dal 2000 con 2 ore di TIC alla settimana in tutte le classi.
L’Istituto è capofila del Progetto Rialto, che coinvolge 10 Scuole in Toscana, e si propone di sperimentare lalta Velocit?n Internet, per Videoconferenze, condivisione di Software ed altro, usufruendo di linee Telecom fino a HDSL 8 Mb/sec, e con la sperimentazione di trasmissione di cortometraggi digitali degli Studenti.
Tra interventi e workshop, solo nella giornata di martedì 04 ne ho contati oltre 25, e gli Stand, complessivamente, erano oltre 50, quindi è impossibile un resoconto dettagliato di tutta la mainifestazione.
Il Dott. A.Musumeci, Direttore del Servizio per lautomazione informatica e per linnovazione tecnologica del MIUR,
www.istruzione.it
ha fatto inoltre una panoramica nazionale della situazione nelle scuole, notando che tutte ormai lavorano a banda larga, e che laddove non sar?ossibile collegare i cavi si proceder?lluso del Satellite e delle Parabole.

Il dott Stefano Gorla, Responsabile ENIS MIUR, ha illustrato il nuovo Sito Nazionale delle Scuole ENIS,
http://enis.indire.it
terminato pochi giorni prima allINDIRE, dove si presentano le scuole ENIS in Italia ed in Europa, si indicano i criteri dei selezione, si descrivono le modalit?er diventare scuola ENIS, si elencano i Progetti nazionali, e internazionali, larchivio files, larea di lavoro dedicata alle Scuole ENIS, le news, la bacheca ed altro.
Si tratta di un fatto di grande importanza, un modello europeo che consente, teoricamente, superate le selezioni, a tutte le scuole di divenire ENIS.

Il Vicepreside della Scuola Media Tenerani Carducci Prof.Paolo Coscia http://xoomer.virgilio.it/gyvcos/
ci ha illustrato brevemente le caratteristiche dei Corsi C2 del Miur, per i Progetti di Reti di Istituto (LAN) almeno 3 , per cui i corsi si svolgono con 84 ore di teoria con Tutor e 84 ore di connessione con il sito
www.indire.it
da cui, a partire da
http://puntoedu.indire.it/
con cui si giunge alla pagina Punto Edu che contiene i vari percorsi formativi (a,b,c) per accedere ai quali, tuttavia, ?ecessario login e password, ma che comunque contengono moduli Fortic C1 e C2, e una Classe Virtuale (Forum per la comunicazione)
Nei corsi si impara la configurazione di Rete e si approfondisce la conoscenzahardware ( smontaggio dischi rigidi etc).
Non ?tuttavia, chiaro, come queste figure saranno collocate al termine dei corsi nella scuola.

Tra le scuole, le aziende, gli Enti Locali, non possiamo che fare una breve selezione, dato lalto numero dei partecipanti.

LIPSIA Fascetti, di Pisa,
http://www.sirius.pisa.it/fascetti/
da molti anni si occupa di Robotica. Come si legge nel Sito, infatti,

"L'istituto, nell'ambito dell'area professionalizzante del corso di studi, ha messo a punto un progetto didattico di robotica. Lo scopo è quello di comunicare agli allievi le conoscenze idonee a prendere atto delle nuove tecnologie emergenti sia in campo teorico che pratico.
Per la costruzione di un minirobot infatti è necessario conoscere e applicare sia l'hardaware che il software pi avanzato; si capisce pertanto come un progetto del genere metta gli allievi a contatto con i nuovi metodi applicativi dell'elettronica".

Ogni anno lIstituto organizza un Concorso per i migliori Robot a livello Nazionale, a cui partecipano decine di scuole.
Gli ultimi prodotti dellIstituto, in cui i Giovani partecipano attivamente ad ogni stadio dellattivit?sono dei mini robot da combattimento, che, allinterno di una superficie circolare predisposta, si cercano e si combattonosenza esclusione di colpi.

LIstituo comprensivo Fibonacci di Pisa ha affrontato, con la sosinformatica www.sosinformatica.com
linformatizzazione completa del registro di classe, per favorire un miglior rapporto docenti-scuola-genitori, che, da casa o dal posto di lavoro, potranno:
- Controllare presenze e assenze giornaliere, avvisi e rapporti disciplinari
- Prendere visione delle attivit?volte in classe nelle varie materie
- Attivare comunicazioni veloci scuola-famiglia
- Essere a contatto con il corpo docente e pi in generale con lambiente scuola
- Conoscere gli orari della scuola e del corpo docente
- Essere a conoscenza delle attivit?xtra scolastiche o pomeridiane.
Per contatti: Prof.ssa Elisabetta Dini dxodin@tin.it

LIstituto M.Lapo Nicolini, insieme allAssessorato alla PubblicaIstruzione di Ponsacco (PI) www.giocaponsacco.it

hanno creato l e-governement dei rgazzi, Progettodi Educazione alla Cittadinanza per gli alunni delle Scuole Elementari e medie.
Gioc@ponsaccosi compone di due parti dalla diversa fisionomia che permettono di affrontare listituzione Comunale con due distinte strategie didattiche.La prima parte Il Comune è dedicata allillustrazione del funzionamento e dei principali compiti di questo ente,e offre una panoramica dei suoi organi, con particolare attenzione alla realt?ocale.La seconda parte In Missione, strutturata come un gioco a tappe, porta lutente a conoscere in modo dettagliato le opportunit?he la realt?i Ponsacco propone in campo sportivo, ricreativo e culturale, senza perdere loccasione di fare frequenti riferimenti alle buone regole del comportamento sociale e civico.

Il convegno è terminato con la sessione "I docenti "Figura B": prospettive e
futuro" moderatore S. Vigiani (Ispettore USR per la Toscana) relatori G.
Mazza (MIUR) e V. Midori (ITD Genova) alle quali si è aggiunto Gianni
Vercelli del DISA di Genova.
Dopo l'intervento dell'ing. Vercelli e una breve relazione del dott. Vigiani
sono iniziati gli interventi dalla sala! Infatti, alcuni si sono sentiti un
po' demoralizzati da quell'intervento. Insomma, era come se non avessero
fatto un granchè con questo corso!

Dopo un certo dibattito il dott. Vigiani ha introdotto il dott. Midoro
(ITD CNR Genova), il creatore dei famosi 10 moduli del corso ForTic B. Tra l
'altro ha spiegato che l'idea di base di questi 10 moduli era che si sarebbe dovuto frequentare un modulo alla volta e per una durata di 4-5 mesi e non 6 ore in aula + 6 ore on line. Sospiro di comprensione dalla platea!

http://ulearn2.itd.ge.it

Inforscuola Toscana 2004 è stato organizzato, in circa 3 mesi, sotto il Patronato della Reginone Toscana, Dall Direzione Scolastica Regionale, dal MIUR, DallAssociazione delle Provincie Toscane, dallEditrice Hugony. Si è trattato di un altro appuntamento per il miglioramento e la funzionalit?ella Scuola, che ha raggiunto buoni risultati, come, ci auguriamo, in futuro.

Prof.Mario Boninsegni
Mario.boninsegni1@tin.it
www.iswe.com/marietto